Windows 10: seconda serie di aggiornamenti di settembre 2019 disponibili

Microsoft ha rilasciato il secondo lotto di aggiornamenti per la maggior parte delle versioni supportate del sistema operativo Windows dell'azienda il 24 settembre 2019. La società ha rilasciato aggiornamenti di sicurezza per tutte le versioni supportate di Windows all'inizio di questo mese .



Gli aggiornamenti cumulativi sono disponibili per Windows 10 versioni 1607, 1703, 1709, 1803 e 1809; l'aggiornamento di Windows 10 versione 1903 non è stato ancora rilasciato e di solito ci vuole una settimana o più prima che ciò accada poiché viene sottoposto a un ulteriore ciclo di test prima del rilascio.

Gli aggiornamenti sono disponibili tramite Windows Update, come download diretti sul sito Web del catalogo Microsoft Update, ma non direttamente tramite WSUS (Windows Server Update Services).

windows10 updates september 2019



Tutti gli aggiornamenti includono il patch di sicurezza di Internet Explorer rilasciata di recente che risolve un problema di sicurezza del browser web sfruttato attivamente.

Alcune impostazioni predefinite cambiano:

Windows 10 dalla versione 1607 alla 1803:

  • Modificata l'impostazione di crittografia predefinita da crittografia hardware a crittografia software per nuove attività di crittografia.



Windows 10 versione 1809:

  • Configura le edizioni di Windows 10 Enterprise per desktop virtuali (EVD) in modalità di licenza di Azure Active Directory (Azure AD) per impostazione predefinita.

Windows 10 versione 1607 e Windows Server 2016

I cambiamenti:

  • Risolto un problema che causava la visualizzazione di una schermata nera nelle sessioni del protocollo Desktop remoto.
  • Risolto un problema di interruzione del funzionamento di Esplora file su dispositivi con personalizzazioni.
  • Risolto un problema che ritardava gli accessi se almeno un servizio è gestito da un account non integrato.
  • Risolto un problema che impediva ai browser Web di connettersi in modo sicuro a Windows Server.
  • Risolto un problema di autenticazione che causava il fallimento delle autenticazioni basate su certificato se un cname faceva parte della richiesta di pre-autenticazione.
  • Risolto un problema che selezionava SHA-1 per connessioni sicure ai server Windows.
  • Risolto un problema LSASS (Local Security Authority Subsystem Service) che generava l'errore 0xc0000005.
  • Risolto un problema che causava l'interruzione del funzionamento di lsass.exe e l'arresto del sistema.
  • Risolto un problema con le richieste LdapPermissiveModify che non riuscivano ad apportare modifiche all'appartenenza al gruppo di Active Directory anche se veniva restituito il successo.
  • Risolto un problema che impediva la corretta applicazione delle modifiche nel percorso% HOMESHARE% alla configurazione del reindirizzamento delle cartelle.
  • Risolto un problema del file server che poteva impedirne il funzionamento e provocare la perdita di dati.
  • Risolto un problema di intestazione della richiesta di Internet Explorer Origin.
  • Risolto un problema di netcfg che causava errori di installazione del driver VFP (Azure Virtual Filtering Platform).
  • Risolto un problema di connettività host Hyper-V e Hyper-V.



Problemi noti:

  • Il servizio cluster potrebbe non avviarsi con l'errore '2245 (NERR_PasswordTooShort)'.
  • Alcune operazioni potrebbero non riuscire su un volume condiviso del cluster.

Sono disponibili soluzioni alternative.



Windows 10 versione 1703

I cambiamenti:

  • Risolto un problema senza nome in Microsoft Edge che 'si verifica durante la navigazione in determinati siti Web interni'.
  • Risolto un problema che impediva ai browser Web di connettersi in modo sicuro a Windows Server.
  • Risolto un problema LSASS (Local Security Authority Subsystem Service) che generava l'errore 0xc0000005.
  • Risolto un problema che causava l'interruzione del funzionamento di lsass.exe e l'arresto del sistema.
  • Risolto un problema di intestazione della richiesta di Internet Explorer Origin.
  • Risolto un problema di Windows Update che causava l'errore irreversibile '0xc000021a' durante l'installazione degli aggiornamenti e l'inizializzazione di un ripristino del sistema da un punto di ripristino.

Problemi noti:

  • Alcune operazioni potrebbero non riuscire su un volume condiviso del cluster.

Sono disponibili soluzioni alternative.

Windows 10 versione 1709

I cambiamenti:

  • Risolto un problema di utilizzo elevato della CPU quando gli utenti cambiavano applicazioni o passavano il mouse sulla barra delle applicazioni.
  • Risolto un problema di App-V che impediva l'apertura delle applicazioni.
  • Risolto un problema che impediva ai browser Web di connettersi in modo sicuro a Windows Server.
  • Risolto un problema di Windows Hello for Business che forniva agli utenti due certificati di autenticazione invece di uno solo.
  • Risolto un problema di compatibilità 'possibile' con Microsoft Defender Advanced Threat Protection.
  • Risolto un raro problema che si verificava quando mssecflt.sys occupava troppo spazio nello stack del kernel. Ha generato l'errore 'STOP 0x7F: UNEXPECTED_KERNEL_MODE_TRAP'.
  • Risolto un problema di consumo di memoria in Microsoft Defender Advanced Threat Protection.
  • Risolto un problema LSASS (Local Security Authority Subsystem Service) che generava l'errore 0xc0000005.
  • Risolto un problema che causava l'interruzione del funzionamento di lsass.exe e l'arresto del sistema.
  • Miglioramenti alla precisione della gestione delle minacce e delle vulnerabilità di Microsoft Defender ATP.
  • Risolto un problema di Windows Update che causava l'errore irreversibile '0xc000021a' durante l'installazione degli aggiornamenti e l'inizializzazione di un ripristino del sistema da un punto di ripristino.
  • Risolto un problema di intestazione della richiesta di Internet Explorer Origin.

Problemi noti:

  • Alcune operazioni potrebbero non riuscire su un volume condiviso del cluster.
  • Alcuni IME potrebbero avere un utilizzo elevato della CPU o potrebbero non rispondere.

Sono disponibili soluzioni alternative.

Windows 10 versione 1803

I cambiamenti:

  • Risolto un problema senza nome che causava il 'blocco di un browser su determinate architetture'.
  • Risolto un problema che impediva l'apertura di Microsoft Narrator quando l'impostazione UAC era disabilitata per gli account utente standard.
  • Risolto un problema di mancata visualizzazione del cursore durante la selezione di elementi di input di testo utilizzando il tocco.
  • Risolto un problema di personalizzazione dell'immagine della schermata di blocco in Criteri di gruppo.
  • Risolto un problema di utilizzo elevato della CPU quando gli utenti cambiavano applicazioni o passavano il mouse sulla barra delle applicazioni.
  • Risolto un problema di App-V che impediva l'apertura delle applicazioni.
  • Risolto un problema che poteva impedire la conservazione di alcune modifiche alla politica di controllo degli accessi dopo l'aggiornamento a versioni più recenti di Windows 10.
  • Risolto un problema di autenticazione che causava il fallimento delle autenticazioni basate su certificato se un cname faceva parte della richiesta di pre-autenticazione.
  • Risolto un problema che impediva ai browser Web di connettersi in modo sicuro a Windows Server.
  • Risolto un problema LSASS (Local Security Authority Subsystem Service) che generava l'errore 0xc0000005.
  • È stato risolto un problema che impediva il backup della chiave di ripristino di BitLocker in Azure Active Directory.
  • Risolto un problema di compatibilità 'possibile' con Microsoft Defender Advanced Threat Protection.
  • Risolto un raro problema che si verificava quando mssecflt.sys occupava troppo spazio nello stack del kernel. Ha generato l'errore 'STOP 0x7F: UNEXPECTED_KERNEL_MODE_TRAP'.
  • Risolto un problema di consumo di memoria in Microsoft Defender Advanced Threat Protection.
  • Miglioramenti alla precisione della gestione delle minacce e delle vulnerabilità di Microsoft Defender ATP.
  • Risolto un problema di Windows Hello for Business che forniva agli utenti due certificati di autenticazione invece di uno solo.
  • Risolto un problema che causava l'interruzione del funzionamento di lsass.exe e l'arresto del sistema.
  • Risolto un problema che poteva fornire l'accesso in scrittura ai dischi USB rimovibili quando un 'utente passa da un utente privilegiato a uno non privilegiato'.
  • Risolto un problema che impediva l'esecuzione di Active Directory Diagnostics Data Collector Set da Performance Monitor per controller di dominio.
  • Risolto un problema in GetFinalPathNameByHandleW () che impediva l'apertura dei Preferiti in IE 11.
  • Risolto un problema di intestazione della richiesta di Internet Explorer Origin.
  • Consente il controllo degli eventi di sicurezza per i client gestiti da MDM (Mobile Device Management) per il monitoraggio della sicurezza e le attività di risposta agli incidenti.

Problemi noti:

  • Alcune operazioni potrebbero non riuscire su un volume condiviso del cluster.
  • Alcuni IME potrebbero avere un utilizzo elevato della CPU o potrebbero non rispondere.
  • Problema di schermo nero al primo avvio dopo l'installazione dell'aggiornamento.
  • Gli utenti di Windows Mixed Reality Portal potrebbero ricevere il codice di errore '15 -5'.

Sono disponibili soluzioni alternative.

Windows 10 versione 1809

I cambiamenti:

  • Risolto un problema che impediva il rilevamento di sistemi remoti associati a un utente.
  • Risolto un problema che impediva l'apertura di Microsoft Narrator quando l'impostazione UAC era disabilitata per gli account utente standard.
  • Risolto un problema di stampa PDF in Microsoft Edge in modo che i documenti con pagine orizzontali e verticali vengano stampati correttamente.
  • Risolto un problema che impediva agli utenti di modificare la luminosità del display dopo la sospensione o l'ibernazione.
  • Risolto un problema di MSCTF.dll che causava l'interruzione del funzionamento delle applicazioni.
  • Risolto un problema che impediva le interazioni con alcune finestre ridotte a icona su sistemi con shell personalizzate.
  • Risolto un problema di mancata visualizzazione del cursore durante la selezione di elementi di input di testo utilizzando il tocco.
  • Risolto un problema che faceva apparire troppo grandi le icone nelle finestre dei messaggi.
  • Risolto un problema di salvataggio e salvataggio con nome non funzionante in Microsoft Office su dispositivi con la modalità ad alto contrasto attivata.
  • Risolto un problema con Esplora file che riportava file e dimensioni delle cartelle in modo errato se utilizzavano percorsi lunghi.
  • Risolto un problema che causava richieste di riavvio non necessarie sui server.
  • Risolto un problema di elaborazione dei dati di diagnostica durante Windows Out of Box Experience.
  • Risolto un problema di App-V che impediva l'apertura delle applicazioni.
  • Risolto un problema che impediva ai browser Web di connettersi in modo sicuro a Windows Server.
  • Risolto un problema LSASS (Local Security Authority Subsystem Service) che generava l'errore 0xc0000005.
  • È stato risolto un problema che impediva il backup della chiave di ripristino di BitLocker in Azure Active Directory.
  • Risolto un problema di consumo di memoria in Microsoft Defender Advanced Threat Protection.
  • Risolto un problema di compatibilità 'possibile' con Microsoft Defender Advanced Threat Protection.
  • Risolto un raro problema che si verificava quando mssecflt.sys occupava troppo spazio nello stack del kernel. Ha generato l'errore 'STOP 0x7F: UNEXPECTED_KERNEL_MODE_TRAP'.
  • Miglioramenti alla precisione della gestione delle minacce e delle vulnerabilità di Microsoft Defender ATP.
  • Risolto un problema di Windows Hello for Business che forniva agli utenti due certificati di autenticazione invece di uno solo.
  • Risolto un problema che causava l'interruzione del funzionamento di lsass.exe e l'arresto del sistema.
  • È stato risolto un problema che causava ai server di accesso diretto l'utilizzo di una grande quantità di memoria del pool non di paging.
  • Risolto un problema della stampante PostScript che causava la maggiore dimensione dei caratteri verticali durante la stampa.
  • Risolto un problema che impediva a Windows di inviare una notifica di arresto a un'unità NVMe (Non-Volatile Memory Express) quando il driver viene scaricato utilizzando Disabilita dispositivo in Gestione dispositivi.
  • Risolto un problema che impediva l'esecuzione di Active Directory Diagnostics Data Collector Set da Performance Monitor per controller di dominio.
  • Risolto un problema in GetFinalPathNameByHandleW () che impediva l'apertura dei Preferiti in IE 11.
  • Risolto un problema che restituiva una descrizione del prodotto errata per Windows Server 2019 quando si utilizzava slmgr / dlv.
  • Risolto un problema di autenticazione che causava il fallimento delle autenticazioni basate su certificato se un cname faceva parte della richiesta di pre-autenticazione.
  • Risolto un problema di runtime LDAP (Lightweight Directory Access Protocol) per le richieste LDAP in stile Domain Controller Locator
  • Risolto un problema a causa del quale le query LDAP che contengono LDAP_MATCHING_RULE_IN_CHAIN ​​(membro di: 1.2.840.113556.1.4.1941) non riescono in modo intermittente sui controller di dominio Windows Server 2019.
  • Risolto un problema che causava il fallimento delle modifiche all'appartenenza ai gruppi nei gruppi di Active Directory.
  • Risolto un problema con lo script Set-AdfsSslCertificate che veniva eseguito correttamente ma generava un'eccezione.
  • Risolto un problema di visualizzazione di Esplora file per i file contrassegnati come offline.
  • Risolto un errore che causava la chiusura dell'app Calcolatrice durante la selezione del Convertitore.
  • Risolto un problema di utilizzo elevato della CPU quando gli utenti cambiavano applicazioni o passavano il mouse sulla barra delle applicazioni.
  • Risolto un problema con applicazioni e script che chiamano l'API NetQueryDisplayInformation o l'equivalente del provider WinNT.
  • Risolto un problema di intestazione della richiesta di Internet Explorer Origin.
  • Risolto un problema che faceva apparire la luminosità del display pari o inferiore al 50% dopo aver completato l'esperienza predefinita o essersi risvegliati dal sonno.
  • Consente il controllo degli eventi di sicurezza per i client gestiti da MDM (Mobile Device Management) per il monitoraggio della sicurezza e le attività di risposta agli incidenti.
  • Risolto un problema di Microsoft App-V che causava la gestione impropria di un 'parametro dell'API CreateProcess'.
  • È stato risolto un problema a causa del quale un dispositivo smette di funzionare quando si aprono file da un'unità di rete con memorizzazione nella cache lato client abilitata

Problemi noti:

  • Come per Windows 10 versione 1803
  • I dispositivi con 'alcuni language pack asiatici installati' potrebbero generare l'errore '0x800f0982 - PSFX_E_MATCHING_COMPONENT_NOT_FOUND'.

Sono disponibili soluzioni alternative.