CloudHole: fai in modo che i captcha di CloudFlare non sono un robot appaiano meno spesso

Uno degli svantaggi della connessione a una VPN o Tor è il temuto messaggio 'Non sono un robot' che ricevi su ogni sito che visiti che utilizza CloudFlare.

Viene visualizzata una pagina intermedia che ti informa che è necessario completare 'un ulteriore passaggio' prima di poter accedere al sito che desideri caricare nel browser di tua scelta.

Devi selezionare la casella Non sono un robot e completare uno o più captcha prima di poter accedere al sito che desideri visitare.

Cloudflare utilizza diversi tipi di captcha, ad esempio quelli a scelta multipla in cui è necessario selezionare tutti gli elementi corrispondenti su una mappa immagine.

CloudHole

one more step

Il problema principale qui è che devi ripetere il processo su ogni sito utilizzando CloudFlare, e talvolta anche sullo stesso sito se lo ricarichi.

Mi sono sempre chiesto che CloudFlare non avrebbe reso il sistema più confortevole inserendo un indirizzo IP nella whitelist per un certo periodo di tempo dopo che un utente ha confermato con successo al servizio che un utente reale stava cercando di accedere al sito protetto dal servizio.

Il nuovissimo componente aggiuntivo per Firefox CloudHole tenta di fare proprio questo memorizzando l'agente utente e il cookie di autorizzazione durante la risoluzione dei codici captcha in modo che possano essere riutilizzati su altri siti.

Questo componente aggiuntivo memorizza l'agente utente e il cookie di autorizzazione quando risolvi un captcha e lo riutilizza su altri siti Web finché è ancora valido, alleviando il dolore durante la sessione di navigazione.

Quindi, invece di dover passare attraverso i captcha su ogni sito mentre usi una VPN o Tor, devi solo compilarne alcuni.

cloudflare cloudhole firefox

CloudHole non è in grado di eliminarli completamente, ma può rendere l'intero processo più confortevole riducendo il numero di codici captcha che devi risolvere.

L'estensione per Firefox viene fornita con un'API che consente agli utenti di condividere cookie validi che ricevono cookie da altri utenti per l'utilizzo sul proprio sistema.

Puoi fare clic sull'icona del componente aggiuntivo per gestire l'accesso all'API CloudHole e controllare gli agenti utente, i dati sui cookie di autorizzazione e la chiave API.

Parole di chiusura

L'idea alla base di CloudHole ha un senso. Se visiti molti siti durante il giorno e ricevi cookie per ciascuno che utilizza CloudFlare, sai quanto può essere fastidioso e dispendioso in termini di tempo.

CloudHole d'altra parte non risolve completamente il problema, ma otterrai meno richieste da Non sono un robot durante l'utilizzo.

Se non ti senti a tuo agio nell'uso dell'API fornita, disabilita la funzione in modo che vengano utilizzati solo i cookie e le informazioni salvati localmente per migliorare il processo.