Microsoft per supportare Windows 10 almeno fino al 2025

Microsoft ha aggiornato la scheda informativa sul ciclo di vita di Windows nel luglio 2015 per evidenziare le due fasi di supporto per il suo prossimo sistema operativo Windows 10.



Windows 10, che sarà ufficialmente svelato e rilasciato il 29 luglio 2015, è fornito come aggiornamento gratuito dalla società agli utenti idonei.

L'annuncio ha causato confusione tra alcuni utenti a gennaio, quando è stato fatto per la prima volta quando si vociferava che Microsoft avrebbe introdotto un servizio in abbonamento poco dopo il periodo gratuito di un anno.

Microsoft ha fatto un pessimo lavoro nel rispondere a quelle affermazioni che è il motivo principale per cui la voce non è ancora morta. esso pubblicato una dichiarazione mesi dopo la pubblicazione della dichiarazione 'gratuita' originale per chiarire la situazione.



L'annuncio non ha coperto la durata (o il ciclo di vita) del supporto di Windows 10 che ha sollevato altre questioni quando su Internet sono emerse voci secondo cui Windows 10 sarebbe stato supportato solo per un breve periodo di tempo.

windows 10 support lifecycle

Il ciclo di vita aggiornato La scheda informativa sul sito Web ufficiale di Microsoft Windows pone fine anche a quella voce.



Evidenzia le seguenti date di fine supporto per Windows 10:

  • Il 13 ottobre 2020 segna la fine del supporto mainstream.
  • Il 14 ottobre 2025 segna la fine del supporto esteso.

La differenza tra supporto mainstream ed esteso è che il supporto esteso è limitato agli aggiornamenti di sicurezza e al supporto a pagamento, mentre gli aggiornamenti non di sicurezza e le modifiche alle funzionalità fanno parte del supporto mainstream.

L'intervallo di supporto non è così diverso dalle versioni precedenti di Windows e l'unica differenza è che il periodo di tempo tra le date di fine del supporto di diverse versioni di Windows è stato ridotto a due anni rispetto a tre anni prima.



La pagina del ciclo di vita offre informazioni aggiuntive sugli aggiornamenti gestiti da Windows 10, che è diverso dalle versioni precedenti.

Gli aggiornamenti sono cumulativi, con ogni aggiornamento basato su tutti gli aggiornamenti che lo hanno preceduto. Un dispositivo deve installare l'ultimo aggiornamento per rimanere supportato. Gli aggiornamenti possono includere nuove funzionalità, correzioni (di sicurezza e / o non di sicurezza) o una combinazione di entrambe. Non tutte le funzionalità di un aggiornamento funzioneranno su tutti i dispositivi.



Secondo le informazioni, gli utenti devono installare gli aggiornamenti in ordine cronologico in quanto sono cumulativi. Microsoft lo ha menzionato in precedenza gli aggiornamenti sarebbero obbligatori per gli utenti domestici e che gli utenti Pro potrebbero posticiparli fino a otto mesi ma non di più.

Ha anche rivelato cosa accadrebbe se gli utenti bloccassero gli aggiornamenti (delle funzionalità) dall'applicazione al sistema affermando che gli aggiornamenti di sicurezza non sarebbero più forniti per quei sistemi fino a quando tutti gli aggiornamenti precedenti non fossero stati installati prima.

La buona notizia è che gli utenti di Windows 10 riceveranno il supporto per il sistema operativo almeno fino al 2025, ovvero più di dieci anni dopo il rilascio. Si tratta di un lungo periodo di tempo nell'elaborazione e sebbene alcuni dispositivi possano essere ancora in uso alla fine della fase di supporto esteso, è probabile che la maggior parte degli utenti si sarà trasferita a quel punto.