Impara a conoscere Linux: capire smb.conf

Accanto al file xorg.conf (leggi my Impara a conoscere Linux: capire xorg.conf per saperne di più) il file smb.conf potrebbe essere il più frainteso di tutti i file. Parte del motivo è che il file predefinito è, beh, piuttosto grande e confuso. Quando confronti quello che hai bisogno vs quello che tu avere (almeno nell'impostazione predefinita), sarai sorpreso di quanto semplice possa essere Samba da configurare.

Dopo l'installazione di Samba, il file smb.conf sarà lungo circa 533 righe. Non aver paura. È molto più facile di quanto sembri.



Il file smb.conf è suddiviso in sezioni. Ogni sezione inizierà con una riga che assomiglia a:

[TITOLO]

Dove TITLE è il titolo effettivo del blocco. Ogni blocco rappresenta una configurazione o una condivisione a cui possono connettersi altre macchine. Avrai come minimo un blocco globale e un'unica condivisione.

Globale

Il blocco globale è uno dei blocchi più importanti nel file smb.conf. Questo blocco definisce la configurazione globale del tuo server Samba. Questo blocco inizia con:

[globale]

All'interno dei tuoi blocchi le tue linee di configurazione saranno composte da:

opzione = valore

dichiarazioni.

Le dichiarazioni più importanti di cui avrai bisogno nel tuo blocco globale sono:
nome netbios = NOME
gruppo di lavoro = WORKGROUP_NAME
sicurezza = SECURITY_TYPE
crittografare le password = SÌ / NO
file passwd smb = / percorso / a / smbpasswd
interfaces = ALLOWED_ADDRESSES

I valori per ciascuna opzione sopra dovrebbero essere autoesplicativi. Ma c'è una cosa da notare. Se stai crittografando le password, dovrai aggiungere utenti (con password) con il comando smbpasswd.
All'interno del blocco globale una delle opzioni più importanti è l'opzione di sicurezza. Questa opzione si riferisce all'autenticazione (come gli utenti potranno accedere). Esistono cinque diversi tipi di protezione:

  • ADS - Dominio Active Directory
  • Dominio: verifica dell'utente tramite NT Primary o Backup Domain
  • Server - Il server Samba passa l'autenticazione a un altro server
  • Condividi: gli utenti non devono inserire nome utente o password (fino a quando non tentano di accedere a una directory specifica)
  • Utente: gli utenti devono fornire un nome utente / password validi. Questa è l'impostazione predefinita.

Condividi blocchi

I blocchi successivi faranno riferimento alle singole condivisioni. Avrai bisogno di un blocco diverso per ogni directory che desideri condividere con gli utenti di Samba. Un tipico blocco di condivisione sarà simile a questo:
[CONDIVIDI NOME]
commento = COMMENTO
percorso = / percorso / da / condividere
scrivibile = SI / NO
modalità di creazione = VALORE NUMERICO
modalità directory = VALORE NUMERICO
bloccaggio = SI / NO

Tutto in maiuscolo sopra sarà definito in base alle tue esigenze. Le voci difficili saranno le modalità di creazione e directory. Ciò che fa è definire le autorizzazioni per qualsiasi file creato così come le directory di condivisione. Quindi i valori saranno nella forma di 0700 o 0600 (a seconda delle esigenze di autorizzazione). Ricorda, avrai bisogno di un blocco di condivisione per ogni directory che desideri condividere.

Naturalmente ci sono molte opzioni che possono essere usate in Samba. Molte di queste opzioni cadranno nel blocco globale.

Blocco stampante

Puoi anche definire un blocco per condividere le stampanti. Questo blocco inizierà con:

[Stampanti]

e conterrà opzioni come:
commento = COMMENTO
percorso = / PATH / TO / PRINTER / SPOOL
sfogliabile = SI / NO
ospite ok = SI / NO
scrivibile = SI / NO
stampabile = SI / NO
modalità di creazione = VALORE NUMERICO

Esempio smb.conf

Ho un'unità esterna su cui monto / media / musica e condivido con la mia rete domestica quanto segue smb.conf file:
[globale]
nome netbios = MONKEYPANTZ
gruppo di lavoro = MONKEYPANTZ
sicurezza = utente
crittografare le password = sì
file passwd smb = / etc / samba / smbpasswd
interfacce = 192.168.1.1/8
[wallen music]
commento = Libreria musicale
percorso = / media / musica
scrivibile = sì
modalità di creazione = 0600
modalità directory = 0700
bloccaggio = sì

E questo è tutto. Questo è il mio intero smb.conf file. Certo, sto solo condividendo una singola directory, ma mostra quanto sia semplice smb.conf può essere da configurare.