dd: lo strumento definitivo per la clonazione del disco

Recentemente ho dovuto clonare un disco rigido, quindi mi sono naturalmente rivolto a soluzioni come Acronis True Image, ma ho scoperto che queste non funzionavano (il disco di avvio affermava che il clong era `` completo '' quando palesemente non lo era) e ho anche ho provato a copiare la partizione usando gParted in Ubuntu ma questo si è bloccato a circa il 3%, a causa di dati corrotti, che sembravano non essere catturati in un chkdsk.

Stavo per rinunciare alla speranza e copiare i file manualmente quando mi sono imbattuto in un comando Unix estremamente potente, ma semplice: dd.



Utilizzando un disco live di Linux, dd può essere utilizzato per copiare file, dischi e partizioni. Può essere riprodotto direttamente su un altro disco o come immagine (come un iso).

dd copia i dati esattamente per byte, il che significa che non si bloccherà se incontra dati danneggiati o frammentati.

dd è soprannominato 'distruggi disco' in quanto la digitazione errata di una lettera può cancellare il tuo disco rigido, quindi è necessario prestare attenzione.

Per copiare un disco rigido, si userebbe il seguente comando (da root):

dd if = / dev / hdx di = / dev / hdy

hdx è l'hard disk di input (da copiare) e hdy è l'hard disk di output (dove deve essere copiato).

se = input
di = output

Questo è estremamente importante da ricordare e i loro nomi devono essere modificati in base a come sono sul tuo computer (usa uno strumento come gParted per scoprire i percorsi del tuo disco). Ad esempio, il tuo 'if' potrebbe essere / dev / sdb mentre il tuo 'of' potrebbe essere / dev / sda, ma questo ovviamente varia a seconda di come lo vuoi usare e computer per computer, quindi DEVI controllare. Un mio amico estremamente intelligente ha cancellato accidentalmente un disco rigido usando questo comando!

Un altro utilizzo potrebbe essere quello di usarlo per produrre un'immagine CD:

dd if = / dev / cdrom di = image.iso bs = 2k.

Debian Help ha una guida più completa.